Riempite il vostro cestino con dei prodotti sani

Categoria
Condividi

È di nuovo maggio, il più bello e fiorente tra i mesi. Proprio a maggio Isola si svolgerà il mercato Ruba sz moje njive, che ci consente di riempire i nostri cestini con frutta, verdura e altre prelibatezze nostrane provenienti dell’entroterra di Isola.

Oltre ai giorni prolungati e il risveglio della natura, la primavera, segnatrice dei nuovi inizi, ci ha portato anche certi cambi che ci hanno in un certo senso incoraggiato di cambiare il nostro modo di essere. Varie restrizioni hanno rafforzato lo spirito della communita al livello locale e l’autosufficienza alimentare, ma sono cambiate anche le nostre abitudini di acquisito. Mentre il mondo era in pausa, gli agricoltori ci hanno fornito del cibo sano e non smetteranno di farlo ancora. Vi invitiamo a coltivare le nuove abitudini e, dopo aver goduto il caffe mattutino, visitare il mercatino dei prodotti nostrani “Ruba sz moje njive”.

I prodotti freschi vi aspettano ogni mercoledì e sabato dalle 8.00 alle 13.00 a Viale 1°maggio vicino al negozio Agraria.

Il mercatino “Ruba sz moje njive” fa parte dell'iniziativa Chilometro zero, che incoraggia i ristoratori del posto a utilizzare prodotti locali di stagione. In quanto i ristoratori sono coinvolti nell'iniziativa, si impegnano a utilizzare almeno l'80 % d'ingredienti dell'ambiente locale, è quindi possibile incontrare anche i chef dei vostri ristoranti preferiti durante il vostro acquisto.

Scegliendo i prodotti, potrete chiacchierare con Gigliola Vojvoda dall'azienda agricola Vojvoda, Brigita Barbo dall'azienda Barbo e Aldo Ček dall'azienda Istriana che vi racconteranno le loro vicende. Ogni tanto sarà possibile comprare anche i prodotti di Visit Izola.

All'acquisire gli alimenti seguiamo il motto dell'iniziativa Chilometro Zero: »Dal mare al piatto« o in questo caso »Dal campo al piatto«. In questo modo evitiamo il trasporto non necessario, la lavorazione delle colture con sostanze per la conservazione del cibo e contribuiamo alla soddsfazione - quella dei agricoltori e la nostra.

Aspirare all'autofficienza alimentare locale non significa solo avere cibo sano nel piatto. Il sostegno all'agricoltura locale `e un contributo importante alla conservazione dell'ambiente locale, rispetto dei valori, conoscenze e anche al consolidamento dell'identit`a locale.

Oltre ai giorni prolungati e il risveglio della natura, la primavera, segnatrice dei nuovi inizi, ci ha portato anche certi cambi che ci hanno in un certo senso incoraggiato di cambiare il nostro modo di essere. Varie restrizioni hanno rafforzato lo spirito della communita al livello locale e l’autosufficienza alimentare, ma sono cambiate anche le nostre abitudini di acquisito. Mentre il mondo era in pausa, gli agricoltori ci hanno fornito del cibo sano e non smetteranno di farlo ancora. Vi invitiamo a coltivare le nuove abitudini e, dopo aver goduto il caffe mattutino, visitare il mercatino dei prodotti nostrani “Ruba sz moje njive”.

Il nostro sito web utilizza i cookies.

Accetta e Continua Di più sull’uso dei cookies