La migliore pizza della Slovenia si trova a Isola

Categoria
Condividi

Nel 2023, Regina è diventata l’orgoglio di Isola. Non lasciatevi ingannare dal nome: non si tratta di una signora che incontrerete passeggiando per la città, ma della migliore pizza della Slovenia! A crearla sono stati Igor Volk e Matjaž Antolovič di Casa della Pizza. Scoprirete gli inizi di questa accogliente pizzeria italiana e i progetti per il suo futuro nella seguente conversazione con il proprietario, Matjaž Antolovič.

Com’è iniziata la storia di Casa della Pizza e qual era la visione iniziale? È cambiata con il tempo?

Il mio percorso nel settore dell’ospitalità è iniziato subito dopo aver completato gli studi alla Scuola media alberghiera e turistica di Isola ed il servizio militare obbligatorio nell’esercito sloveno. Nel corso degli anni, ho gestito diversi locali lungo la costa slovena, soprattutto a Isola, la mia città del cuore.

La pizza mi ha sempre appassionato! Nel 2002 abbiamo aperto una pizzeria in Viale 1° maggio e in un anno abbiamo vinto il primo posto nel concorso per la migliore pizza della Slovenia (Nonna Guština).

Dopo alcuni anni di “sperimentazione” nella ristorazione, nel 2017 io ed il mio vecchio amico e attuale business partner, Igor Volk, abbiamo aperto la pizzeria Bambola a Capodistria. All’epoca ho conosciuto un grande uomo nel mondo della pizza, il maestro italiano Graziano Bertuzzotto. Vincitore di quatto campionati mondali di pizza, Graziano si era rivelato una profonda fonte di ispirazione. Ci ha aiutato a perfezionare l’impasto e a selezionare gli ingredienti di prima qualità.

 Ho deciso di offrire la migliore pizza agli ospiti nella mia amata Isola. Il 16 aprile 2018 il vecchio bar Moby Dick si è trasformato in una pizzeria. Con Igor abbiamo deciso di aprire una pizzeria in stile italiano e l’abbiamo denominata Casa della Pizza. Devo dire che gli ospiti hanno accettato il cambiamento molto rapidamente e calorosamente.

L’anno scorso avete vinto ancora una volta il concorso per la migliore pizza della Slovenia. Qual è la ricetta del vostro successo e il ripetuto riconoscimento?

Sì, il 2023 è stato un anno molto importante per noi, perché Igor Volk ha ottenuto il titolo di campione nazionale di pizza con la migliore pizza della Slovenia, la pizza Regina. Secondo me, il segreto del nostro successo è la determinazione e l’amore per il nostro lavoro. Abbiamo vinto perché, come team, eravamo convinti di proporre la ricetta migliore. Igor ha convinto la giuria con la giusta combinazione di impasto e condimenti, e la sua profonda conoscenza della preparazione d’impasto è stata la ciliegina sulla torta.

Quanto influisce l’ambiente locale sul vostro lavoro e come collaborate con i produttori e fornitori locali?

L’Istria è una vera meraviglia per quanto riguarda i prodotti locali. Possiamo essere davvero fieri di vivere qui. Abbiamo il meglio che la natura può darci, sia dalla terra che dal mare. Utilizziamo diligentemente tutte le nostre prelibatezze locali, ma le combiniamo anche con degli ingredienti italiani.

 

Quali sono questi ingredienti locali davvero speciali che utilizzate? Vi assicurate che i vostri ospiti sperimentino gli autentici sapori istriani?

Le nostre pizze sono decisamente a base di ingredienti locali. Gran parte dell’olio d’oliva piccante che utilizziamo è prodotto in esclusiva per noi da un rinomato produttore di olio d’oliva istriano. Consideriamo sempre anche le dinamiche stagionali: in primavera, ad esempio, il nostro menu prevede asparagi selvatici istriani e filetti acquistati direttamente dal nostro pescatore, Marino, mentre in estate ci concentriamo maggiormente sulle verdure di stagione.

Per quanto riguarda i vini, la nostra carta dei vini, attentamente curata, propone i migliori produttori di vino di Isola, in particolare le ottime varietà malvasia e refosco.

Si potrebbe dire che avete fuso sapori istriani e influenze italiane. Come risuona questa atmosfera nella pizzeria?

Tutto inizia con l’ambiente: quando si entra nella nostra pizzeria, si sente subito l’Italia, non solo per l’aroma dei piatti, ma anche per i ritratti di famosi personaggi italiani che adornano le nostre pareti. Poi si sente la musica italiana che ci riporta indietro nel tempo… Una caratteristica speciale del nostro bar è la vetrina con 130 bottiglie del famoso liquore italiano – Aperol. Siamo anche fieri ambasciatori della birra artigianale più rinomata d’Italia, Angelo Poretti, disponibile alla spina in otto gusti diversi. 

“Siamo lieti di ricevere i complimenti dei nostri ospiti triestini, che hanno scoperto che prepariamo un ottimo impasto con lievito madre.”

Come rispondete alle esigenze dei turisti e dei visitatori giornalieri che vengono a Isola? I vostri clienti sono principalmente gente del posto o la pizzeria attira un pubblico più ampio?

A Casa della Pizza prestiamo particolare attenzione agli ospiti locali, soprattutto i nostri vicini, abitanti di Isola e dell’Istria, che ci visitano fedelmente durante tutto l’anno.

Negli ultimi anni abbiamo avuto la fortuna di ospitare molte famiglie provenienti da altre regioni della Slovenia che visitano la nostra cittadina per i fine settimana durante l’inverno. Frequentano abitualmente sia noi che altri ristoranti di Isola.

Direi che gli ospiti stranieri più popolari al momento sono gli Austriaci, che valutano un servizio attento e lasciano mance generose. Seguono gli Italiani, che negli ultimi anni tendono a essere un po’ più riservati. Nell’ultimo anno abbiamo notato anche un aumento degli ospiti ucraini e russi.

"Isola si è sviluppata molto a livello culinario. Il fatto di proporre un’offerta gastronomica varia e di alta qualità in un luogo così piccolo è sicuramente un grande vantaggio."

Cosa pensi sia più importante per creare un’esperienza memorabile per gli ospiti?

La cosa più importante è che l’ospite sia sempre soddisfatto, che se ne vada sorridendo, che decida di tornare e di condividere la sua esperienza con i suoi conoscenti e amici. Questa è la chiave di successo e del riconoscimento.  

Come si distingue la vostra pizzeria dalle alte pizzerie della regione?

Casa della Pizza si distingue perché ci impegniamo a utilizzare ingredienti italiani di prima qualità. Ciò che ci distingue veramente, però, è il nostro impasto. Al posto del lievito convenzionale, utilizziamo il lievito madre, che è molto più salutare.

“La nostra pizza non causa pesantezza di stomaco e non provoca la sete.”

Quanto è importante per voi la sostenibilità? Avete adottato delle misure per ridurre l’impronta ambientale?

La sostenibilità non è solo un trend, è il nostro future. Ci stiamo impegnando attivamente per raggiungere questo obbiettivo attraverso varie soluzioni, come la raccolta differenziata dei rifiuti, l’utilizzo di energia ecosostenibile e dei prodotti per la pulizia rispettosi dell’ambiente. Il nostro obiettivo è di ridurre al minimo l’impatto ambientale delle nostre attività è operare al modo più sostenibile possibile. Inoltre, siamo orgogliosi di sponsorizzare il club di pallacanestro di Isola, sostenendo i giovani e promuovendo una mente sana in un corpo sano.

A proposito di sostenibilità – anche le tendenze di alimentazione stanno lentamente cambiando. Come state affrontando i cambiamenti soprattutto nell’ambito della cucina vegetariana e vegana?

Seguiamo le tendenze gastronomiche e visitiamo regolarmente le migliori pizzeria d’Italia per acquisire nuove conoscenze e imparare dai migliori pizzaioli e proprietari. Non manchiamo nemmeno alle fiere e alle competizioni del settore.

La pizza vegetariana è molto popolare tra i nostri ospiti e ci stiamo adattando sempre di più alle esigenze dell’offerta vegana. Vorrei anche menzionare la nostra pizza senza glutine, molto apprezzata dai celiaci e raccomandata dalla loro associazione.

 

Quali sono le prospettive per il futuro di Casa della Pizza e come pensi che si evolverà nei prossimi anni?

Degli obiettivi ne abbiamo tanti. Vivo da un giorno all’altro e non so mai che idea avrò domani o cosa mi porterà la vita. La cosa più importante in questo momento e mantenere la qualità che abbiamo raggiunto fino ad oggi, rendere felici i client e farli tornare a Isola per la migliore pizza.

A volte usi il plurale … Gestisci la pizzeria con Igor o la famiglia è coinvolta nell'attività?

Gestisco la pizzeria insieme a Igor, ma mio padre è la persona a cui mi rivolgo per i consigli quando devo prendere decisioni important. La famiglia per me viene sempre al primo posto, anche se a volte e molto difficile coordinare gli orari in modo che tutti siano accontentati.

Credo che il sole splende sempre dopo una tempesta e che un vero ristoratore debba affrontare il peggio nella sua carriera per poter dopo apprezzare ogni singolo ospite. Voglio dire che bisogna essere tenaci anche quando le cose non vanno come previsto. Ma allo stesso tempo bisogna credere nella propria capacità di portare il locale al livello desiderato. A questo punto devo ringraziare particolarmente mio padre, che è sempre stato al mio fianco e mi ha aiutato in tutti i miei progetti. Anche mio figlio, che al momento ha 16 anni, ci aiuta con piacere e fa esperienza con noi, soprattutto durante le vacanze.

La pizzeria Italiana è molto adatta all’ambiente di Isola, dove convivono entrambe le culture, quella slovena e quella italiana. Anche la lingua dei nostri vicini fa parte di questo spazio. Quali sono i modi in cui vi relazionate o siete coinvolti nella comunità locale?

A Isola c’è sempre stato lo spirito di collaborazione; siamo sempre stati propensi a lavorare insieme nel settore di gastronomia. Oltre a offrire la migliore pizza della Slovenia, ci vantiamo anche del miglior gelato, cappuccino, zuppa di pesce, baccalà e, naturalmente, specialità di pesce. E questo non sarebbe possibile senza i pescatori che forniscono pesce fresco ogni giorno, realizzando il concetto “dal mare al piatto”. Questo è anche il noto slogan del nostro amico – chef Ivek del Ristorante del Hotel Marina.

Come descriveresti l’essenza di Casa della Pizza in tre parole?

La descriverei con la frase "Non mollare mai". I risultati ottenuti nell’ambito di gastronomia sono simili a quelli raggiunti nello sport a livello professionistico. Vincere una medaglia d’oro una volta non significa di essere i migliori per sempre. L’anno scorso abbiamo vinto il campionato nazionale con la pizza più buona della Slovenia, e questo è stato il nostro anno di maggior successo. C’erano gli ospiti che appettavano letteralmente fuori dalla porta anche in inverno per provare la premiata pizza Regina. Ma dobbiamo tenere presente che l’inverno a Isola è più lungo della stagione estiva, quindi bisogna sempre inventare cose nuove per sopravvivere e, soprattutto, per mantenere il personale per tutto l’anno.

Cosa diresti ai turisti e ai visitatori giornalieri che vengono a Isola e che considerano l'idea di visitare la vostra pizzeria?

Benvenuti a Isola, la più bella città di pescatori della costa slovena, dove tutti possono godere dell'aria fresca del mare e della migliore cucina per tutti i gusti.

Infine, alcune curiosità su Matjaž:

Se fossi una pizza, sarei: Pizza Regina—campionessa nazionale.

Un'esperienza a Isola che mi è particolarmente cara: l’estate in barca a Bele skale (rocce bianche), e poi l’inverno anche in barca cercando di pescare qualcosa di buono. Non posso immaginare la vita senza il mare.

Una cosa che consiglio sempre ai miei ospiti è: di visitare i ristoranti della città e le cantine e gli olivicoltori della campagna.

Il mio evento preferito a Isola è: Festa delle olive, del vino e del pesce.

Nel tempo libero mi piace: pescare seppie e calamari al tramonto a Punta Ronco a Isola.

Iscriviti alla newsletter

Compila con tua e-mail per ricevere tutte le informazioni sulle notizie e gli eventi a Isola.


Il nostro sito web utilizza i cookies.

Accetta e Continua Di più sull’uso dei cookies