Giornate del baccalà

Categoria
Condividi

È quasi impossibile immaginare di mangiare in una locanda istriana senza pensare al baccalà. Infatti, questo è considerato essenziale sul menù degli antipasti e alle Giornate del baccalà scoprirete che può essere anche molto di più. Scegliete uno tra i numerosi ristoranti e locande isolane e lasciatevi andare all'intreccio di sapori che non avete ancora assaggiato finora. Se invece siete amanti del tradizionale, prendete un pezzo di pane fresco e gustatevelo con il baccalà mantecato.

La creatività dei ristoratori isolani durante le Giornate del baccalà dimostrerà ancora una volta che Isola è, tra l’altro, anche un’eccezionale destinazione gastronomica.

Siete curiosi di sapere quali ristoranti vi vizieranno con piatti di baccalà? Controllate anche i MENU per scegliere il piatto preferito.

Segnatevi le Giornate del baccalà sui vostri calendari tra il 28 ottobre e il 20 Novembre. Benvenuti a Isola!

 

Ingredienti indispensabili per un ottimo baccalà

Il procedimento per la preparazione del baccalà è lungo e di solito comincia già nell’Atlantico settentrionale dove viene pescato il merluzzo. Il pesce viene poi essiccato e salato. Il merluzzo essiccato è l’ingrediente di base per il baccalà. Per un buon baccalà servono solo un paio d’ingredienti di qualità che i ristoratori isolani comprano localmente.  

Con un po' di impegnamento potrete anche preparare un delizioso baccalà mantecato a casa. La ricetta e i segredi della preparazioni ci sono stati affidati dal ristorante Bujol – tesoreria delle ricette tradizionali istriane.

Alen Pušpan dal ristorante Bujol racconta:

»Il pesce non dovrebbe mai essere preparato senza olio d’oliva, ma nemmeno senza una buona malvasia. E a ciò aggiungiamo anche il sale delle nostre saline di Pirano. Sono tutti componenti estremamente interconnessi.«

Fresco e locale

I ristoratori coinvolti nelle campagne culinarie fanno anche parte dell’iniziativa Chilometro Zero con l’obiettivo di promuovere i prodotti provenienti dall’ambiente circostante. Con l’iniziativa i ristoratori sono obbligati a fornire almeno l’80 % degli ingredienti locali acquistati direttamente dai fornitori.

Questo metodo segue la linea guida “Dal mare (ovvero dal campo) al piatto”, garantisce che a Isola si trovano piatti freschi e autoctoni, ma è anche un’importante contribuito al supporto dei agricoltori locali.

Una delle possibilità per acquistare i deliziosi raccolti della terra istriana è anche al mercato locale “Ruba sz moje njive” (Roba dal mio campo).

Iscriviti alla newsletter

Compila con tua e-mail per ricevere tutte le informazioni sulle notizie e gli eventi a Isola.


Il nostro sito web utilizza i cookies.

Accetta e Continua Di più sull’uso dei cookies